Perchè rivolgersi allo psicologo

“C’è uno spettacolo più grandioso del mare,
ed è il cielo,
c’è uno spettacolo più grandioso del cielo,
ed è l’interno di un’anima.”
V. Hugo

In una società complessa come la nostra ci si preoccupa molto della salute fisica della persona, lasciando spesso in secondo piano il benessere psicologico a cui è sempre strettamente connessa. Ancora oggi esiste molta confusione sul ruolo dello psicologo, che viene considerato il “medico dei matti”, l’ultima spiaggia a cui rivolgersi, quando ormai la situazione non è più recuperabile.

In realtà ogni persona può attraversare dei momenti di crisi e di difficoltà in cui sperimenta una sensazione di malessere interno, difficilmente spiegabile, ma che porta a essere tristi, arrabbiati, ansiosi, preoccupati, stressati, senza energia, anche a disagio con gli altri. Spesso questi momenti di difficoltà coincidono con delle fasi di cambiamento della vita nei vari contesti (familiare, lavorativo, sociale): un matrimonio, una nascita, un divorzio, il lavoro, una delusione amorosa, un lutto, un trasferimento, una malattia, una crisi economica possono essere fonte di disagio.

In queste situazioni di malessere si avverte una grande confusione, nei nostri pensieri e nelle nostre emozioni, che facciamo fatica a fermare e a osservare. Così difficili da spiegare a noi stessi e agli altri, ma che facilmente si allargano, come una macchia d’olio, facendoci vedere negativamente ogni altro aspetto della vita. Insorgono così sfiducia, senso di oppressione, insoddisfazione che impediscono di vivere il presente.

Quando questa sofferenza perdura nel tempo o è troppo intensa da non permetterci di elaborarla, allora rivolgersi a un esperto può essere una soluzione efficace.

Un intervento psicologico aiuta la persona a sentirsi compresa e a vedere oltre la propria situazione problematica, attraverso la comprensione profonda del disagio e il sostegno nella ricerca di modi nuovi per affrontare le situazioni. Aumenta la consapevolezza che ognuno di noi contribuisce significativamente al benessere, ma anche al malessere del proprio corpo e della propria mente. Lo psicologo accompagna così la persona nel percorso verso il miglioramento del proprio benessere psico-fisico.